lunedì 7 marzo 2011

8 marzo: storia, leggenda e triste attualità


L'origine della festa dell'8 marzo, quella che fa risalire la ricorrenza al ricordo di un incendio del 1908 in un'industria tessile di New York, non risponde a verità. Secondo questa versione, un gran numero di donne perse la vita perché le uscite erano state bloccate dai proprietari della fabbrica dopo numerose giornate di sciopero. 
Molti, moltissimi (compreso me fino a qualche tempo fa) ne sono convinti, e invece il fatto in questione non è mai avvenuto, e non si sa perché si sia ormai cristallizzato nella nostra memoria collettiva.

In realtà l'origine della giornata internazionale della donna è molto più interessante perché è frutto di un movimento politico. La storia vera è riassunta sul sito ufficiale dell'ONU: qui. E con maggiori dettagli su Wikipedia: qui.
E' una storia che comincia nel partito socialista americano nel 1909 e, passando per la II Internazionale Socialista di Copenaghen, approda in Unione Sovietica dove, nel 1921, la conferenza internazionale delle donne comuniste fissa la data dell'8 marzo come "Giornata internazionale dell'operaia". Guardate la bellezza e l'attualità di questo manifesto sovietico del 1932:

(clicca per ingrandire)

La scritta del poster recita: "L'8 marzo è il giorno della ribellione delle donne lavoratrici contro la schiavitù della cucina. Di' NO all'oppressione e alla mediocrità del lavoro domestico".

E che dire di quest'altro degli anni '60 che sembra provenire direttamente dal Dottor Zivago?



Comunque, dal 1909 sono trascorsi più di cent'anni e abbiamo fatto giganteschi progressi, infatti oggi siamo qui:




E con tendenza al peggioramento, almeno alle italiche latitudini, visto lo sdoganamento mignottocratico del nobile concetto "tu me la dai e io ti trovo un posto in politica o in televisione, che poi è la stessa cosa".

Carissime, buon 9 marzo, 10 marzo, 11 marzo, 12 marzo... 31 marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre, gennaio, febbraio...   6 marzo, 7 marzo a voi tutte con tanto affetto.
Giorno verrà e, per quel pochissimo che posso, contate su di me.

2 commenti: